23 Settembre 2021
No menu items!
HomeStoriaNostraLe monete Polesane del Veneto Leone

Le monete Polesane del Veneto Leone

Corre l’anno 1487 e da tre anni circa, una parte dell’attuale Polesine come lo conosciamo è ritornato prepotentemente sotto le Ali del Veneto Leone. Si tratta del Polesine di Rovigo un territorio che si racchiude da nord a sud tra Adige e Po, e da ovest verso est incastonato tra i territori Veronesi di Legnago e i territori della gloriosa città di Adria. All’interno del Polesine di Rovigo le città di Badia, Lendinara, e la prediletta Rovigo.

LEGGI ANCHE Aprile 1395, così il Polesine diventò Serenissimo

Sotto la reggenza del Provveditore Giovanni Marcello, la Repubblica fa coniare una piccola moneta celebrativa a ricordo dell’annessione del Polesine di Rovigo avvenuta con la Pace di Bagnolo del 1484.

La Dominante fece battere nella Zecca di Venezia dei quattrini recanti da una parte l’effigie di San Bellino, Patrono del territorio Polesano e dall’altra il Veneto Leone in “moleca”. Si trattava di monete in misura metallica a base d’argento, del valore di un quattrino.

 

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI