17 Ottobre 2021
No menu items!
HomeLibri"Venezie Sepolte nella Terra del Piave. Duemila anni fra il dolce e...

“Venezie Sepolte nella Terra del Piave. Duemila anni fra il dolce e il salso” di Wladimiro Dorigo

Venezie sepolte nella Terra del Piave. Duemila anni fra il dolce e il salso” di Wladimiro Dorigo.

“Il racconto della vicenda della Laguna Nord di Venezia e in particolare del territorio che va dal basso corso della Livenza ai canali lagunari verso Lio Maggiore, Burano, Torcello e poi su fino a Musile, San Donà e Ceggia, lungo il basso corso del Piave, ha sempre evocato notevole fascino.

LEGGI ANCHE Le avventure del veneziano Bartolomeo Minio: quando Cristoforo Colombo faceva il corsaro

Il misterioso succedersi di genti e civiltà, la nascita e la scomparsa di villaggi, città fortificate e castelli, trova testimonzianze documentali e monumentali, reperti noti ma per lo più sconosciuti, dai primi insediamenti paleoveneti fino ai nostri giorni.

Testimonianze romane: il ponte sulla via Annia

Si possono ancor oggi ammirare, infatti, testimonianze romane come il ponte sulla via Annia, le basiliche paleocristiana e romanica di Equilo, i complessi conventuali cinquecenteschi e numerose tracce di architettura religiosa e civile dei secoli XVI-XVIII e di architettura rurale dei secoli XVI-XVII.

Gli abitanti del territorio hanno considerato molti avvenimenti come qualcosa di mitico e di fantastico, mescolando spesso leggende tipiche di un mondo agricolo veneto, fonti storiografiche poco attendibili e avvenimenti reali.

Lo studio del professor Wladimiro Dorigo

E’ stata avvertita, pertanto, la necessità di offrire un contributo per l’avvio di una rivisitazione storica e scientificamente provata di questi luoghi la cui configurazione morfologica è stata più volte ridisegnata dalle torbide dei fiumi, dal loro divagare, dall’apparire e scomparire di dossi fluviali, di terre emerse in continuo disputare tra terra ed acqua, ed acqua non solo dolce, ma anche salsa per tutto un lungo corso di secoli.

Le amministrazioni comunali di Jesolo, Eraclea e Ceggia hanno così deciso di pubblicare questo volume, frutto di un’indagine storica condotta sul territorio da una commissione di studio coordinata dal professor Wladimiro Dorigo.

Un volume non solo per studiosi

Pur essendo un volume di colta divulgazione, esso è destinato a un pubblico eterogeneo; specialisti e studiosi, ma anche semplici curiosi.

(Testo tratto da Presentazione)

Volume composto da 440 pagine, più 15 tavole di restituzione storico-territoriale ed archeologiche.
Editore “Viella”, Roma (1994).

Stefano Veronese

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI