23 Settembre 2021
No menu items!
HomeLuoghi da scoprireRosolina: i Mocenigo e l’eretico Giordano Bruno

Rosolina: i Mocenigo e l’eretico Giordano Bruno

Rosolina è una piccola e graziosa cittadina di poche migliaia di abitanti. Situata nel Parco del Delta del Po è al confine con la provincia di Venezia. Rosolina vive innanzitutto di turismo con le sue coste dove sorgono il centro marittimo di Rosolina Mare, e la famosa isola di Albarella (sede privata di villeggiatura per chi se lo può permettere). Non è da meno però il commercio, (la strada statale Romea 309 passa all’interno del suo territorio). Mentre pesca ed agricoltura la fanno da padroni per tutto l’anno da tempi remoti.

Mappa odierna dove è situato l'Oratorio Mocenigo (foto autore)
Mappa odierna dove è situato l’Oratorio Mocenigo (foto autore)

Rosolina attraverso i secoli

Dalla metà del XII secolo, dopo la Rotta di Ficarolo, il corso del Po si divise in due rami principali, uno sfociava a Rosolina. Allora le torbide trasportate iniziarono a far avanzare la costa formando l’attuale territorio. Nella seconda metà del XVI secolo il Po di Tramontana minacciava di interrare la laguna e danneggiare i porti di Chioggia e Venezia. Nonostante il taglio del Po a Porto Viro del 1604, che deviò il fiume nella Sacca di Goro, i detriti minacciavano l’interramento della laguna e si rese perciò necessario intestare il ramo del Po di Fornaci (1645). S’impedì così l’afflusso delle acque verso Rosolina limitandone l’aumento del territorio.

LEGGI ANCHE I forti napoleonici del Delta del Po: quando la Storia incontra le bellezze naturali

Con la formazione dei nuovi territori la Repubblica Veneta cominciò ad assegnarli con aste pubbliche. I Diedo, i Venier, i Mocenigo, i Morosini sono alcune delle nobili casate che acquistarono i nuovi terreni su cui organizzarono uno sfruttamento agricolo e vallivo.

Rosolina i Mocenigo e l’eretico Giordano Bruno: la leggenda

Ritratto di Giordano Bruno, pubblicato la prima volta nel 1824, basato su un presunto ritratto a incisione, anonimo, del 1715. (foto Wikipedia)
Ritratto di Giordano Bruno, pubblicato la prima volta nel 1824, basato su un presunto ritratto a incisione, anonimo, del 1715. (foto Wikipedia)

Tutti conosciamo almeno in parte la storia di Giordano Bruno (1548-1600) condannato come eretico dalla Chiesa ed arso vivo. Uno dei discepoli e seguaci più assidui fu tale Giovanni Mocenigo, patrizio veneto di antica casata. I Mocenigo possedevano molti terreni e valli attorno all’attuale Rosolina. È proprio qui nelle sue tenute che avrebbe soggiornato Giordano Bruno ospite di Giovanni. Non ci siano documenti d’archivio a riprova, chiamiamola una coincidenza singolare, oppure leggenda. Verità accertata invece, quella che fu proprio Giovanni Mocenigo a sporgere denuncia di eresia contro il filosofo. Infatti Bruno fu ospite di Giovanni nel 1591. L’anno successivo Giordano volendo tornare in Germania (per stampare le proprie opere) e non riuscendo più Mocenigo a trattenerlo, lo osteggiò a tal punto che lo additò come eretico al tribunale dell’Inquisizione. Nella sera del 23 maggio 1592, Giordano Bruno fu arrestato, condotto nelle carceri dell’Inquisizione di Venezia, in San Domenico a Castello.

Particolare della mappa del 1786 del Colonello Milanovich. Si può notare evidenziato dove qualche anno più sorgerà l'Oratorio (foto web)
Particolare della mappa del 1786 del Colonello Milanovich. Si può notare nella parte destra evidenziato il luogo dove qualche anno più sorgerà l’Oratorio (foto web)

Rosolina i Mocenigo e l’eretico Giordano Bruno: il pentimento dei discendenti

Oratorio Mocenigo (Foto Autore)
Oratorio Mocenigo (Foto Autore)

Il 14 aprile 1789 viene eretto l’Oratorio della Concezione di Maria Vergine dagli NN. HH Alvise primo e Marcantonio Mocenigo, discenti di Giovanni. Ufficialmente la chiesetta fu eretta principalmente per favorire la preghiera domenicale dei loro dipendenti che risiedevano nelle valli.  A noi piace credere che gli Eredi Mocenigo la edificarono come atto di pentimento per la denuncia inoltrata al Tribunale dell’Inquisizione da parte dell’antenato Giovanni, nei confronti del filosofo. Ancora oggi è visibile questo grazioso Oratorio sperduto nel bel mezzo delle valli deltine ed avvolto nel silenzio più totale dove la leggenda si mischia con la realtà.

Immagine dell'Oratorio Mocenigo nei primi anni del Novecento (foto Autore)
Immagine dell’Oratorio Mocenigo nei primi anni del Novecento (foto Autore)

Fonte editoriale: “Frammenti di mistero” di G.Marangon

“Giordano Bruno a Venezia” documenti inediti tratti dal Veneto Archivio

1 commento

Comments are closed.

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI