10 Dicembre 2022
No menu items!
HomeLibri“Santuari del Veneto" di Gilberto Dal Cengio, una guida ai principali luoghi...

“Santuari del Veneto” di Gilberto Dal Cengio, una guida ai principali luoghi sacri della Regione

Uscita un anno fa per i tipi di Editoriale Programma (Treviso), “Santuari del Veneto” è una guida redatta dal professor Gilberto dal Cengio, giovane ricercatore indipendente formatosi presso le Università di Verona e di Venezia.

Vicenza, Santuario di Monte Berico (foto di Nicomilano, CC)

Questo saggio storico artistico continua ad essere un punto di riferimento indispensabile per coloro che volessero compiere una visita culturale presso i Santuari di cui abbonda il nostro Veneto.

Veneto, terra di fede e di grandi Santi

Fin dai primi tempi del Cristianesimo, il Veneto è terra di fede. Negli ampi confini del suo territorio – che comprende splendide vette, estese aree collinari, ampie pianure attraversate da fiumi e zone costiere – hanno operato grandiose figure di Santi e, attorno alla loro memoria, sono stati edificati importanti luoghi di culto.

LEGGI ANCHE La Madonna della Salute e il Sotoportego della Peste

Il popolo veneto non ha mai dimenticato i suoi celesti benefattori e si è sempre dimostrato fedele in primo luogo alla Madonna e a suo Figlio. Questo libro ci porta a conoscere non solo questi spazi sacri, ma ci fa comprendere i contesti in cui sono sorti e la spinta d’amore che li ha generati.

La dimensione del sacro

Andar per luoghi è proprio del turista, che è spinto dal suo interesse culturale di conoscere e visitare spazi ricchi di arte e storia, ma entrare in luoghi sacri, come le chiese, i santuari, è tutt’altra cosa.

LEGGI ANCHE L’Alpago alla Madonna di Follina, il pellegrinaggio vietato dal Vescovo per pubblica moralità

E’ entrare in quella dimensione, che pur ci appartiene, della sacralità della vita: dell’oltre che s’è fatto storia, perciò tempo e spazio; della terra intrisa di cielo. E’ perciò prima di tutto esperienza dell’anima sia facendo memoria degli eventi “straordinari” che sempre sono all’origine di ognuno di questi luoghi, sia lasciandosi accompagnare dalla bellezza, scaturita dall’intimo e dalle mani di ogni artista.

Entrare in una chiesa ci rende pellegrini

Entrare in una chiesa è esperienza umana che ci rende pellegrini, capaci cioè di accogliere le sollecitudini, che attraverso i sensi, giungono al cuore e alle menti di ciascuno di noi; pellegrini disposti ad aprirsi a visioni inedite del senso della vita; pellegrini che si lasciano interrogare da forme e colori, da corpi e volti, da luci ed ombre, su quell’oltre oggetto costante della ricerca umana di ogni tempo.

Madonna della Salute, Venezia. La Mesopanditissa, proveniente da Creta (foto di Sailko, CC BY-SA3.0)

Gli spazi, che qui ci vengono descritti dal professor Gilberto dal Cengio, non sono solo “Sacri” in senso generico, ma legati all’esperienza cristiana di un popolo, perciò ci immettono soprattutto in quella realtà più ampia che è la fede in Cristo.

I luoghi della bellezza

Andar per luoghi allora diventa riscoprire la bellezza e la gioia di non essere un semplice viandante senza mete, un pellegrino senza uno scopo, un turista mordi e fuggi, bensì essere un discepolo, pronto ad imparare, lasciarsi stupire e guidare dal Maestro.

Basilica dei Santi Vittore e Corona, Anzù di Feltre. Un affresco nel chiostro. Foto di Hellerhoff, CC BY-SA3.0

In questi luoghi sacri egli non ci indicherà un campo, un ovile, una barca; questa volta ci mostrerà una scultura, un quadro, uno spazio, un capitello, un volto, per farci entrare in ciò che, senza esagerazione, può essere definita esperienza mistica: contemplazione del Bello, conoscenza del Vero, comprensione del Bene.

 

E così oltrepassare la soglia per entrare in una chiesa diventa esperienza profonda, intima, che può trasformare un semplice “visitare” in un atteggiamento orante: l’umana terra che si lascia inondare dal divino cielo.

I principali Santuari del Veneto

Invito perciò ciascun visitatore dei luoghi sacri, che in questo volume vengono descritti, a farsi pellegrino e attraverso le descrizioni interessanti che ci vengono offerte, lasciarsi accompagnare in un percorso che tocca la vita nella sua interezza ed infine, uscire da questi spazi con un’umanità più ricca, più consapevole, per fecondare con semi di bellezza il profano di ogni tempo e di ogni spazio, che siamo chiamati a vivere ogni giorno.

Questo testo prevede il raggruppamento dei principali santuari del Veneto entro sette zone comprese all’interno dei confini delle sei provincie amministrative (Vicenza, Padova, Verona, Treviso, Belluno, Rovigo) e della città metropolitana (Venezia) nelle quali la Regione è suddivisa.

La scelta dei Santuari

Non si è tenuto conto, onde agevolare l’immediata comprensione da parte del lettore, del frazionamento territoriale stabilito dalla Chiesa Cattolica riguardante, invece, le dieci Diocesi (Adria-Rovigo, Belluno-Feltre, Chioggia, Concordia-Pordenone, Padova, Venezia, Verona, Vicenza, Vittorio Veneto, Treviso), che presenta una connotazione geografica autonoma e spesso non coincidente con le provincie amministrative decretate dallo Stato Italiano.

Un’ulteriore scelta è stata resa necessaria dai limiti imposti dalla brevità e leggerezza del volume, per cui si è dovuto operare, forzatamente, una selezione fra i santuari da trattare, privilegiando quelli più pregnanti di spiritualità e fede (nonché di lunghi pellegrinaggi) o di particolare interesse storico-artistico. Per escluderne il meno possibile, l’autore ha riportato, alla fine di ogni raggruppamento, dei suggerimenti nominativi.

Il libro del professor Gilberto dal Cengio, storico e saggista già autore di alcuni volumi sulla nostra Regione, lo si può trovare, ad un ottimo e conveniente prezzo, nelle migliori librerie del Veneto e del nord Italia, oppure, in alternativa, sui portali web delle principali case editrici italiane.

Marco Dal Bon

 

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI