8 Maggio 2021
No menu items!
Home Emigrazione Chipilo, un’enclave Veneta nel Messico: "Mai vergognarse de parlar veneto!"

Chipilo, un’enclave Veneta nel Messico: “Mai vergognarse de parlar veneto!”

Nelle settimane scorse ho casualmente fatto amicizia nel mio Instagram con Monica. Una ragazza gentilissima che ad ogni mio post non perde occasione di ringraziarmi per le curiosità che pubblico sul passato dell’amata Patria Veneta e del mio territorio il Polesine. Fino a qui nulla di strano, ma la particolarità che mi lascia estasiato è che Monica è Veneto-messicana. Da questo incontro nato per puro caso inizia una chiacchierata sulla sua terra, Chipilo un’enclave Veneta nel Messico.

 

(Video di Monica Zanella)

I Veneti i va in Mèrica

Gli avi della Signora Monica Zanella giunti a Chipilo
Gli avi della Signora Monica Zanella giunti a Chipilo (foto Monica Zanella)

Il racconto di Monica, oggi madre di due bimbe inizia sottolineando con orgoglio che lei fa parte della terza generazione di Veneti nati in Messico. I suoi trisavoli con figli a seguito (originari di Quero-Vas) lasciarono la terra natia agli inizi degli anni ottanta dell’ottocento. L’annessione del Veneto al Regno italiano non aveva portato benefici, anzi povertà e miseria erano all’ordine dell’giorno. In quegli anni ci si mise pure una violenta inondazione del fiume Piave che allagò le terre privando la povera gente dei frutti della terra. Proprio in quegli anni il governo Messicano offriva terre (inospitali) e bestiame a chi s’impegnava a coltivarle con la speranza di un futuro migliore. Ecco che allora si andava in Mèrica, la terra promessa. Nasce così Chipilo un’enclave Veneta nel Messico.

La nascita di Chiplo un’enclave Veneta in Messico

Parco Monte Grappa a Chipilo
Parco Monte Grappa a Chipilo (foto Monica Zanella)

Nello Stato di Puebla nel cuore del Messico viene fondato Chipilo. La maggior parte delle famiglie che la fondarono erano originarie di Segusino (provincia di Treviso) e delle comunità circostanti.  Tra le quali si ricordano Quero-Vas, Valdobbiadene, Feltre, Schievenìn, Alano, Fener, Miane, Belluno, Colmiran, Montebelluna solo per citarne alcuni.

LEGGI SU SERENISSIMA.NEWS Cerca il tuo avo, l’Associazione Bellunesi nel Mondo apre il suo database

GUARDA SU SERENISSIMA.NEWS Varda come sta toseta parla la nostra lengoa in Brasile e no la ze mai sta ne la tera dei so veci 

Tra i primi coloni trevigiani c’erano molti allevatori che si diedero all’industria casearia. Hanno introdotto il formaggio e la “panna Chipilo” oggigiorno è una marca conosciuta in tutto il paese. Oggi Chipilo un’enclave Veneta in Messico è un piccolo paese di cinquemila. La cosa più affascinante di questa comunità che a distanza di quasi 140 anni grazie all’isolamento territoriale qui sono ancora vive lingua e tradizioni venete.

Luoghi, Lingua, e Tradizioni

Nemmeno la Pandemia fermano le vecchie tradizioni a Chipilo
Nemmeno la Pandemia fermano le vecchie tradizioni a Chipilo

Incastonata nel bel mezzo del Messico la comunità di Chipilo parla ancora la lingua Veneta, ma non quella che intendiamo noi oggi, bensì quella dei propri avi. Monica ci evidenzia pure che qui a Chipilo anche le tradizioni venete sono rimaste fortemente vive. Infatti si usa fare la polenta, “i crostui”, “le fritole”, “carne in tecia”. E tradizioni come “la bruxa de la vecia”. Pure i luoghi ricordano la terra natia. C’è un una collinetta nel loro paesaggio che chiamano Monte Grappa, in onore ai caduti nella prima guerra mondiale. La chiesa del paese si differenzia da quelle del resto del Messico. Infatti le chiese messicane tendono ad avere il campanile o la campana sopra la facciata della chiesa. A Chipilo il campanile è nel retro dell’edificio conforme alla nostra architettura.

La chiesa di Chipilo
La chiesa di Chipilo (foto Wikipedia)

Saluti e ricordi dal Messico

Giunti al momento dei saluti Monica mi dice che per lei è un orgoglio avere sangue veneto anche se nata in Messico, e ricorda sempre con amore la terra dei suoi avi. Essa ricorda sempre con molto affetto pure l’Associazione Veneti nel Mondo di cui fa parte il nostro amico Ettore Beggiato. Un suo pensiero affettuoso va inoltre al compianto Milo Bozzolan con cui la nostra amica ha avuto modo di parlare e conoscere. Credo che molti veneti autoctoni dovrebbero prendere esempio di quanto siano orgogliose le comunità venete d’oltremare della loro terra natia, il Veneto.

 

Marco Fornaro

Fonte editoriale: Intervista a Monica Zanella abitante di Chipilo (Messico)

 

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI

COMMENTI RECENTI