6 Dicembre 2021
No menu items!
HomeLibri"Storia Veneta in centocinquanta tavole inventate e disegnate da Giuseppe Gatteri"

“Storia Veneta in centocinquanta tavole inventate e disegnate da Giuseppe Gatteri”

Storia Veneta in centocinquanta tavole inventate e disegnate da Giuseppe Gatteri“, due volumi.

“L’opera è frutto di una collaborazione armonica fra diversi personaggi, ognuno dei quali primeggia nell’arte dell’800 delle singole competenze, così che l’opera si impone per lo stile uniforme e l’equilibrio generale.

L’editore è Giuseppe Grimaldo, tipografo, calcografo, litografo veneziano, onorato della grande medaglia d’oro per le arti.

LEGGI ANCHE Storia illustrata dei Veneti, di Stefano Danieli: il sussidiario che mancava

Il testo è di Francesco Zanotto, erudito e pubblicista annoverato fra i più autorevoli del tempo.

Le incisioni di Giuseppe Gatteri

Le incisioni sono di otto diversi autori, però sono tutte in armonia fra loro, tanto da sembrare opera di uno soltanto. Primeggia l’inventiva e la precisione storica di Giuseppe Gatteri, autore delle invenzioni e dei disegni delle tavole.

L’artista triestino di nascita, appena trentenne al momento della stampa dell’opera, ha chiaramente tratto ispirazione dai teleri celebrativi del Palazzo Ducale di Venezia, ma si esprime con tale ricchezza di particolari e con tali dotte citazioni da riuscire originale ed immaginifico.

 

La sua bravura ha trovato il riscontro adeguato nello stile aulico e rigoroso delle note scritte dal sessantenne Francesco Zanotto: certamente l’intesa fra i due dev’essere stata molto intensa perché alle immagini corrispondono i fatti.

Dalla caduta di Aquileia al 1797

I fatti narrati coprono il periodo dal 452, anno della caduta di Aquileia, ad opera dei barbari invasori e della fuga degli abitanti verso la laguna veneta, passano attraverso le sventure e le glorie dei secoli fino al 1797, anno della caduta di Venezia “vittima sfortunata e innocente della sua lealtà, delle generosa ospitalità sua e di quella impuntabile ed imparziale amicizia con cui riguardò ed accolse nel seno suo ospiti sconosciuti ed ingrati, amici sleali, scellerati e perversi” […]”.

(Testo parzialmente tratto da presentazione di Giorgio Zoccoletto)Questo volume è comprensivo di 221 pagine. Riporta una dichiarazione del frontespizio e prefazione, per poi proseguire con le illustrazioni accompagnate da note descrittive, dal 452 d.C. al 1438 d.C.Questa edizione è stata stampata in due volumi nel 2017 da Dario de Bastiani Editore (Vittorio Veneto).

Stefano Veronese

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI