6 Dicembre 2021
No menu items!
HomeIstriaDalmaziaSan Pietro in Silvis, nel cuore dell'Istria la Madonna di Czestochowa fa...

San Pietro in Silvis, nel cuore dell’Istria la Madonna di Czestochowa fa miracoli

San Pietro in Silvis, in croato Sveti Petar u Sumi, è un minuscolo paese di numerose frazioni adagiate tra le dolci colline dell’Istria verde, non distante da Pisino/Pazin, in territorio che ricadeva sotto l’Impero degli Asburgo ma a un passo dal confine con il dominio della Veneta Repubblica.

A San Pietro in Silvis c’è una realtà unica. Un monastero benedettino e poi paolino che risale al 1100 ed è splendidamente conservato. E la chiesa monasteriale connessa, una monumentale chiesa barocca, riserva una sorpresa assolutamente inaspettata.

La Madonna di Karol Wojtyla piange e guarisce

L’interno della chiesa è magnifico (GUARDA LE IMMAGINI)  con tele e sculture lignee di finissima fattura, e con una decorazione di due cappelle laterali a drappo di pelle dipinto, un tipo di decorazione rarissimo. Appena entrati dalla porta principale della chiesa, sulla destra è visibile un ritratto di San Karol Woityla, papa Giovanni Paolo II. E non è un caso. Perché dietro l’altar maggiore, troneggia una Madonna nera: la Madonna di Czestochowa, il più grande santuario mariano polacco, la Madonna venerata da Karol Woityla. Ma la Madonna di Czestochowa non è giunta qui in Istria di recente: è una Madonna seicentesca, realizzata qui in Istria da un monaco, sul modello della Madonna polacca tanto cara a Papa Giovanni Paolo II.

La Madonna di Czestochowa nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo, a San Pietro in Silvis

Alla vigilia di Natale del 1721, il quadro della Madonna nera di Czestochowa nella chiesa di San Pietro in Silvis si bagnò a lungo delle lacrime della Madonna. Il fenomeno miracoloso, di cui esistono numerose testimonianze, fece di San Pietro in Silvis una meta di pellegrinaggi e da allora negli atti del monastero sono documentate numerose guarigioni miracolose.

 

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI