14 Agosto 2022
No menu items!
HomeIndipendenzEAnche nel Galles il Parlamento discute di indipendenza dall'Inghilterra

Anche nel Galles il Parlamento discute di indipendenza dall’Inghilterra


Il Galles come la Scozia? Non ancora, ma è sulla stessa strada. Il movimento indipendentista Yes Cymru, guidato da Adam Price, ha presentato al parlamento gallese una mozione che chiede di celebrare anche nel Galles un referendum per l’indipendenza. La mozione è stata respinta a maggioranza, ma non era mai accaduto che il parlamento di Cardiff discutesse ufficialmente della possibilità di separarsi dall’Inghilterra. Ma dopo che il referendum scozzese ha visto la sconfitta degli indipendentisti di stretta misura, tanto stretta che ora il Parlamento scozzese chiede esplicitamente un nuovo referendum per l’indipendenza, anche nel Galles i sentimenti indipendentisti si sono rafforzati.

Sin dal 2014, in parallelo con la crescita del dibattito sull’indipendenza scozzese, nel Galles è stato fondato il movimento indipendentista Yes Cymru, che nel 2019 ha organizzato manifestazioni pubbliche e marce per l’indipendenza. Secondo i sondaggi, attualmente la percentuale dei gallesi favorevole all’indipendenza avrebbe superato il 24-27 per cento. Un dato ancora non paragonabile alla Scozia, nella quale il favore all’indipendenza sta avvicinandosi al 60 per cento, spinto dai sentimenti europeisti della grande maggioranza degli scozzesi, che hanno votato in massa contro la Brexit e ora devono subirla. Ma anche nel Galles il sentimento indipendentista è stato alimentato da fattori contingenti, in particolare dal giudizio negativo sulla gestione dell’epidemia Covid-19 da parte del governo britannico, contrapposto al giudizio positivo sull’operato del governo gallese, la cui risposta è stata molto più pronta e severa, ma i risultati si sono visti e il Galles vanta una curva epidemica molto migliore di quella dell’Inghilterra.

 

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI