6 Dicembre 2021
No menu items!
HomeOggiNelTempo10 dicembre 1508: tutta l'Europa in guerra per distruggere la Serenissima. E...

10 dicembre 1508: tutta l’Europa in guerra per distruggere la Serenissima. E non ce la fa

Il 10 dicembre 1508 a Cambrai (Francia del nord) l’intera Europa, Inghilterra esclusa, si coalizzò contro la Serenissima sotto la regia del Papa Giulio II. In quella sede fu anche deciso come si sarebbero spartiti i territori della Repubblica Veneta; ecco quanto si legge nella Storia documentata di Venezia del Romanin:

“ritornerebbero al Papa Ravenna, Cervia, Faenza, Rimini, i castelli e quanto rimaneva ancora ai Veneziani del territorio di Imola e Cesena; riacquisterebbe l’Impero, Padova, Vicenza e Verona, Roveredo, Il Trivigiano, il Friuli, l’Istria; si darebbero al re di Francia Brescia, Bergamo, Crema, Cremona, la Ghiaradadda e tutte le dipendenza del ducato di Milano; il re di Spagna e Napoli riavrebbe Trani, Brindisi, Otranto, Gallipoli e le altre terre che i Veneziani aveano avuto in pegno da Ferdinando II, il re d’Ungheria, se fosse entrato nell’alleanza, avrebbe ricuperato la Dalmazia, il duca di Savoja il regno di Cipro ecc.”

LEGGI ANCHE Puglia veneziana, Bari festeggia tuttora l’arrivo della flotta

LEGGI ANCHE Serenissima, miglior governo di sempre: lo dicono gli inglesi

Oltre a questo al duca di Mantova dovevano andare Peschiera, Asola e Lonato; al duca di Ferrara il Polesine.

Alla fine della guerra, nel 1517, la Serenissima riuscì, incredibilmente, a mantenere quasi inalterati i propri territori; attorno a questa storia straordinaria ho pubblicato il mio ultimo libro in distribuzione fra pochi giorni.

(Nella foto il capolavoro di Palma Il Giovane relativo alla riconquista di Padova da parte della Serenissima tratto da wikipedia).

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI