17 Ottobre 2021
No menu items!
HomeOggiNelTempo30 marzo 1592, il primo intervento legislativo sui contratti agrari

30 marzo 1592, il primo intervento legislativo sui contratti agrari

“Conoscendosi chiaramente di quanto interesse e insopportabil gravezza fosse ai poveri contadini e (ad) altre persone l’indebito guadagno di quelli che danno bovi a zovadego (affitto), con l’obbligo di un annuo affitto tanto eccessivo, che due soli affitti importeranno tanto quanto se li avessero comprati”, venne vietato l’affitto non soltanto degli “animali bovini, ovvero (di) altri bestiami”, ma anche di “carri e versuri” (aratri).

LEGGI ANCHE La Serenissima, miglior governo di sempre: lo dicono gli inglesi

Tutti i contratti di affittanza o “pension annuale” siano di “niun valore” e nessun possa essere condannato per il loro inadempimento. Attualmente il divieto di affittare bestiame si trova sancito dalla L. 11.1.1971 n. 11

Avv. Ivone Cacciavillani in “Il Gazzettino” del 2/4/1988

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI