17 Agosto 2022
No menu items!
HomeLibri"Istria" di Ivone Cacciavillani: il racconto dell'olandese nel 1796

“Istria” di Ivone Cacciavillani: il racconto dell’olandese nel 1796

Ivone Cacciavillani, Istria. Corbo e Fiore, Venezia 2003.

“Il volumetto si compone di due parti. La prima è una premessa in anastatica con la descrizione dell’Istria da parte di un viaggiatore olandese del 1796 (la vigilia del “tremendo zorno”): si tratta di un racconto fresco, pieno di notizie aneddotiche che incuriosiscono e, in quanto scritta da un olandese, è fonte non sospetta di partigianeria precostituita, come, purtroppo, in quest’opera di revisionismi, vengono talora accolte iniziative, volte semplicemente a scrivere la nostra storia o, più semplicemente, a ricordare quello che è stato il passato dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia.

LEGGI ANCHE Cacciavillani, le grandi lezioni: la Serenissima come Stato federale e delle Autonomie

Nella seconda parte, l’autore ci offre un inquadramento attuale del tema d’allora, con una visione diacronica di ciascun argomento trattato: storiografico, sociale, politico, economico, culturale e via elencando […]”

(Testo parzialmente tratto dalla presentazione dell’Avv. Giampaolo Sardos Albertini)

Volume composto da 107 pagine. Tratta i seguenti argomenti:
-Istria e Venezia
-L’Istria nel dominio
-La situazione alla vigilia del “tremendo zorno”
-Comitato di Perasto
-Italia Veneta provincia d’Istria

Stampato da Grafiche Biesse, Scorzè (Venezia), per i tipi di Corbo e Fiore Editore (Venezia, 2003).
Con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

Stefano Veronese

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI