23 Settembre 2021
No menu items!
HomeLibri1866: la grande truffa. Il plebiscito di annessione del Veneto all'Italia

1866: la grande truffa. Il plebiscito di annessione del Veneto all’Italia

Siamo ormai alla quinta edizione di questo volume, ormai un classico che non può mancare nelle biblioteche dei veneti: “1866: la grande truffa. Il plebiscito di annessione del Veneto all’Italia” di Ettore Beggiato, pubblicata da Editrice Veneta di Vicenza.

L’opera di Beggiato è stata pubblicata la prima volta nel 1999 ed ha rappresentato da subito uno dei maggiori successi editoriali della vasta letteratura autonomista sul Veneto, suscitando aspre discussioni ma anche condivisioni importanti, come quella del grande Sabino Acquaviva, che scrisse la prefazione.

La quinta edizione è arricchita da altri documenti faticosamente rintracciati dall’autore e da una postfazione dello storico Lorenzo Del Boca, per dieci anni presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti

Il libro di Beggiato racconta, forte di documenti di prima mano, la storia vera del plebiscito di annessione delle Venezie all’Italia che si tenne il 21 e 22 ottobre 1866. Un plebiscito che nei libri scolastici e in molti libri di storia viene ancora citato per sommi capi, solo per sottolineare che con quella pronuncia popolare il Veneto entrò nel Regno d’Italia. Peccato che il plebiscito avvenne con voto palese, davanti alle truppe piemontesi schierate, e i risultati sono stati clamorosamente falsati dalla propaganda sabauda. Beggiato documenta la truffa nei particolari, e documenta il vero “sentiment” della popolazione veneta, nella quale la contrarietà all’annessione al Regno dei Savoia era largamente rappresentata: non solo moltissimi volevano il ritorno della Serenissima, ma molti avrebbero preferito, piuttosto che passare al Piemonte, restare sotto l’Austria. Ma due giorni prima del plebiscito-truffa, il Veneto era già stato ceduto al Regno d’Italia, ponendo le premesse per una decadenza che presto avrebbe costretto centinaia di migliaia di veneti a emigrare, la più grande diaspora veneta che la storia ricordi.

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI