13 Agosto 2022
No menu items!
HomeLibri"Venezia da Mar. Città diffusa su cinque mari" di Giorgio Dissera Bragadin

“Venezia da Mar. Città diffusa su cinque mari” di Giorgio Dissera Bragadin

Venezia da Mar. Città diffusa su cinque mari. Di Giorgio Dissera Bragadin.

“Crediamo che si debba sempre salutare con piacere tutte le forme appassionate e competenti di rievocazione delle glorie marinare della Serenissima Repubblica, e della lunghissima vicenda di civiltà che come loro conseguenza ha legato Venezia e il Veneto al Mediterraneo Orientale e, in particolare, all’arcipelago Ionio e all’arcipelago Egeo.

Venezia da Mar, di Giorgio Dissera Bragadin. Copertina

Si tratta di una vicenda iniziata con la quarta crociata, al principio del XIII sec, terminata solo con la caduta della Repubblica, e che ha avuto un’influenza indiretta anche su sviluppi certo più controversi del XX sec, come l’occupazione italiana di parte di quelle terre isolane dal 1912 al 1943.

Nel bilancio della storia dei rapporti fra Venezia e Mediterraneo orientale, il positivo ha superato largamente il negativo per quelle popolazioni, se non altro per la barriera che la Repubblica difese per secoli contro l’espansionismo dei turchi, e a difesa delle tradizioni culturali e religiose.

Certamente la civiltà di Venezia, e di conseguenza la civiltà veneta di cui quella veneziana marittima, è stata parte integrante e condizionante, ha risentito profondamente dell’esperienza del suo “Stato da Mar“, condizione del ruolo della Serenissima nel commercio mondiale e della sua prosperità, e contemporaneamente luogo di scambio fecondo fra grandi a antiche culture.

Da un altro punto di vista, i nomi delle isole dello “Stato da Mar” sono profondamente legate ai nomi e alle gesta dei più importanti casati del Patriziato veneto, cui va attribuito il grande merito di aver saputo preservare per tanti secoli l’indipendenza e la prosperità della Repubblica. Questi e molti altri spunti vengono suggeriti dalla lettura di questo volume.”

(Testo parzialmente tratto da “Presentazione”)

Volume composto da 288 pagine. Al suo interno vengono trattati i seguenti temi:
-I duchi dell’arcipelago Nasso
-La questione genovese
-Paros
-Algeri, primo stato barbaresco
-Il Barbarossa, rapitore di donne
-Antiparos
-Piscopiana (Episcopi)
-Zia (Cheos), Serifo e Sifanto
-Santorino(i), Therasiae e Nanfio
-Nio e Amorgos
-Tinos, Mikonos, Delos e Nilos
-Sciros, Schianti e Scopolo
-Stampalia
-Leros, Calimno, Coos, Rodi e Nissari
-Scarpanto
-Stalimene (Lemnos)
-Andros
-Negroponte
-Due storie Giustinian
-Gli Zorzi della Grecia
-La caduta di Negroponte
-Engina
-Pidiada di Nauplia
-Cipro
-Lega di Cambrai
-Cipro turca
-Battaglia di Lepanto
-Piscopia
-Candia
-Corfù
-Cefalonia, Itaca
-Zante
-Santa Maura
-Cerigo

Stampato dalla litografia “Graphy”, Mariano del Friuli (Gorizia), per conto “Edizioni della Laguna” (2004).

Stefano Veronese

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI