17 Ottobre 2021
No menu items!
HomeDa non perdere"Brava zente. Storie della Terra Veneta": Sentimenti, emozioni, tradizioni e lingua veneta...

“Brava zente. Storie della Terra Veneta”: Sentimenti, emozioni, tradizioni e lingua veneta in un film

L’Associazione Veneti nel Mondo promuove la diffusione del film inedito “BRAVA ZENTE. Storie della terra veneta”, dell’autore e regista Giancarlo Cappellaro, con il fine di valorizzare il patrimonio immateriale e materiale veneto formato da cultura, lingua, identità, paesaggio e territorio.

Il film è ambientato negli anni cinquanta del secolo scorso e ripropone scorci di vita nei paesi del Basso Vicentino e in particolare a Longare, Costozza, Lumignano, Castegnero, Nanto, Mossano, oltre a Camisano Vicentino, Torri di Quartesolo, Lapio di Arcugnano, e Vicenza stessa.

Il regista Giancarlo Cappellaro

Storie che hanno il sapore di una umanità ancora scossa dalla guerra, ma che è protesa verso un futuro migliore. Storie che risentono di stili di vita ancorati al passato, tra credenze, relazioni, visioni e speranze appena accennate. Storie vissute con profonda serietà e consapevolezza di un presente ancora sofferto.

LEGGI ANCHE Varda come sta toseta parla la nostra lengoa in Brasile, e no la ze mai sta ne la tera dei so veci

L’autore e regista vicentino Giancarlo Cappellaro (da anni realizzatore di prodotti audiovisivi come fiction, documentari girati in varie parti del mondo, video industriali, video istituzionali e opere liriche) ha coinvolto nella realizzazione del film l’Associazione teatrale “Il Covolo” di Longare, l’Università Adulti e Anziani di Camisano Vicentino e la ProLoco di Mossano, per un totale di circa cento volontari che hanno ricoperto i ruoli di attori principali, attori secondari e tecnici, nonché di aiutanti tecnici, trovarobe e costumisti.

Un film in lingua veneta

Il film è in lingua veneta con accento vicentino (con qualche contaminazione) e, in parte, in lingua italiana. La tecnica di ripresa si è avvalsa delle nuove tecnologie video 4K in formato “cinemascope” a 24 fotogrammi per secondo con audio in presa diretta e musiche originali con mix in 5.1. Il film è disponibile per proiezioni nei cinema in formato DCP e/o altri formati.

Si tratta di un lavoro complesso, realizzato seguendo i classici carismi cinematografici ma con una particolarità che lo rende interessante: l’impegno di attori e tecnici amatoriali è stato affiancato dall’utilizzo di risorse tecniche artigianali e professionali. Le riprese girate tra il 2019 e il 2020 abbracciano tutte e quattro le stagioni.

Aldo Rozzi Marin: valorizzare lingua e cultura venete

La valorizzazione del patrimonio culturale e linguistico veneto sia dentro i confini regionali sia con gli amici veneti di oltreoceano, afferma il Presidente di Associazione Veneti nel Mondo Aldo Rozzi Marin, sono le finalità del progetto di diffusione che abbiamo ideato.

Il Veneto, come è scritto nel suo Statuto, è costituito dal popolo veneto e dai territori delle province della Regione e mantiene i legami con i veneti nel mondo, favorendo la continuità di rapporto e di pensiero e valorizzando gli scambi e i legami con i paesi nei quali vivono.

L’iniziativa ha perciò l’obiettivo di ampliare la rete di relazioni e di collaborazioni con la popolazione residente in Veneto e con le comunità all’estero, al fine di rinsaldare i legami di storia, lingua, sangue e cultura. Il progetto è patrocinato dalla Provincia di Vicenza e sostenuto della Regione del Veneto.

Prima proiezione domenica 3 ottobre a Camisano

La prima proiezione del film si terrà domenica 3 ottobre 2021 alle ore 21:00 presso il Cinema Teatro Lux di Camisano Vicentino (Vicenza). Alla prima seguirà la proiezione di venerdì 15 ottobre 2021, sempre presso il Cinema Teatro Lux di Camisano Vicentino (Vicenza).

Per entrambe, è necessaria la prenotazione a segreteria@venetinelmondo.org o 0444611699, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

- Advertisment -

I PIU' POPOLARI